In Cina il sole brilla (su uno schermo)

Ti piace questo contenuto?
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

sole su uno schermo pechino

Ciao umani!

Il post di oggi prende spunto da quest’immagine pubblicata qualche giorno fa dal Huffington Post. Come potete ben capire abbiamo a che fare con una trovata “geniale” dei cinesi per far fronte al livello altissimo di smog. La grande quantità di smog  che c’è a Pechino sta limitando la luce solare a brillare. Il problema non sussiste perché quando il sole reale non brilla più, a causa del fumo grigio e denso di smog, ci sono i maxi schermi giganti in piazza Tienanmen.

Le immagini sono surreali perché danno l’idea di essere su un altro pianeta. Un pianeta triste, grigio, freddo e poco accogliente dove il sole non brilla mai e l’aria sembra acido e brucia occhi e narici.

L’aria a Pechino peggiora di anno in anno. Quando si cammina per le strade della città è meglio proteggersi viso e naso con mascherine chirurgiche per limitare l’introduzione di elementi chimici non desiderabili dal corpo umano. Nei supermercati cinesi sono in vendita sacche riempite d’ossigeno e se vuoi respirare aria pura, non devi far altro che pagare.pechino tienanmen smog schermo

Devo dirvi che le immagini del sole, all’alba e tramonto, sono una trovata pubblicitaria della provincia cinese di Shandong. Il maxi schermo è lì per promuovere, mettendo provocatoriamente a confronto l’aria e l’ambiente di Shandong con quella di Pechino. La differenza è notevole, mentre a Shandong il sole brilla realmente e il cielo è limpido, la stessa cosa non si può dire di Pechino.
Trovata pubblicitaria o meno, il nocciolo della questione rimane l’aria irrespirabile di Pechino che sembra non preoccupare il governo cinese. La situazione peggiora, ma nessuno sembra porre limiti per far cambiare le cose.

Ma vogliamo parlare dell’Europa?

Siamo d’accordo sul fatto che il livello dell’inquinamento dell’aria europea non sia uguale a quello cinese, però rimane il fatto che  non si prenda seriamente la questione ambientale.

Secondo un recente articolo pubblicato da Internazionale, l’Europa  ha fatto un passo indietro per ridurre il gas serra entro il 2030. I nuovi obiettivi del 2030 risultano inferiori alla precedente strategia per il 2020, questo a causa della crisi economica che ha colpito l’Europa e del altissimo costo dell’energia. L’elevato prezzo dell’energia, rende meno competitive le aziende europee  rispetto a quelle che producono in altri paesi del mondo.

Non si interviene, non si cambia rotta a causa dei soldi. Quando vi renderete conto che l’ambiente è molto più importante dei vostri guadagni forse sarà troppo tardi.

La vostra Pog

photo credit: http://www.huffingtonpost.it/



Ti piace questo contenuto?
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Comments

comments

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Translate »